Image by Dan Gold

Blog

Progettocasa

VENDITA DELL'IMMOBILE: COME POTER EVITARE LA DEMOLIZIONE DI UNA TETTOIA ABUSIVA?

Aggiornamento: 22 giu

COME INDICATO IN UNA RECENTE SENTENZA DELLA CORTE DI CASSAZIONE, UNA POTENZIALE SOLUZIONE POTREBBE ESSERE QUELLA DI TRASFORMARE LA TETTOIA IRREGOLARE, A "PERGOLATO FOTOVOLTAICO"



Per evitare la demolizione di una tettoia irregolare e contestualmente ottimizzare i consumi della propria casa, sarebbe possibile trasformarla in un cd "pergolato fotovoltaico". Il Consiglio di Stato lo ha chiaramente espresso nella sentenza 5567, confermando al tempo stesso quanto già detto dal Tar Lombardia.


LA CASISITICA


Nel caso di una tettoia installata senza alcuna autorizzazione edilizia, per la quale è già stata emessa una ordinanza di demolizione sarebbe possibile la trasformazione della struttura esistente in un "produttivo" pergolato fotovoltaico.

Attraverso la presentazione di una C.I.L.A. (Comunicazione di Inizio Lavori Asseverata) si potrebbe richiedere al Comune di competenza l'autorizzazione per la realizzazione del nuovo "impianto". Il Comune ha accettando la CILA e prescritto, come parametro di realizzazione del pergolato, una distanza minima di 5 centimetri tra i pannelli fotovoltaici.


TRASFORMAZIONE IN PERGOLATO


Il "Collegio Giudicante" del Consiglio di Stato ha confermato che se l’opera abusiva nella sua trasformazione perde la sua funzionalità e riconoscibilità, può essere considerata legittima nelle nuove funzioni, confermando la legittimità del pergolato fotovoltaico. Le informazioni riportate in questo articolo/blog sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi L’Agenzia Immobiliare Progetto Casa Civitavecchia e la soc. Igroup srl Unipersonale, non rispondono in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. Progetto Casa Civitavecchia e la soc. Igroup srl Unipersonale invitano pertanto gli utenti a consultare direttamente un professionista per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.


8 visualizzazioni0 commenti