top of page
Image by Dan Gold

Blog

Progettocasa

IMMOBILE DISABITATO,INUTILIZZABILE O INAGIBILE: E’ DOVUTA LA TARI?



La tassa sui rifiuti cosi detta “TARI” e di competenza dei Comuni locali, è stata introdotta con la Legge di stabilità nell’anno 2014, in sostituzione delle precedenti imposte. Detta tassa segue una linea Normativa Nazionale sulla quale poi, ogni specifico Comune, applica le proprie “linee guida”.

E’ dovuta la TARI su un immobile disabitato?

Tra le attività “locali” di gestione della TARI, sono comprese anche le eventuali riduzioni e/o esenzioni totali, come nel caso di un immobile disabitato. La materia e .le Norme che disciplinano quali siano i fattori che creano il presupposto di esenzione o riduzione è molto ampia e complessa; tuttavia ci giunge in soccorso, fornendo i necessari chiarimenti, una sentenza della Corte di Cassazione del 2002 (numero 16785/2020) ed inoltre, al fine di poter stabilire l’eventuale esenzione o meno, bisogna distinguere tra un immobile disabitato ed un immobile “oggettivamente inutilizzabile”.

Cosa si intende per immobile disabitato ed immobile inutilizzabile ?

Quando l’immobile è oggettivamente inutilizzabile, alias, quando l’immobile è sprovvisto di utenze allacciate, di arredi, di sanitari e quando l’immobile residenziale risulta disabitato nel periodo dell’accertamento, il proprietario è esente dal pagamento.

La TARI inoltre non è prevista per coloro i quali ereditano o acquistano una casa in stato da ristrutturare, con locali vuoti e utenze non allacciate alle varie forniture.

Nei casi in cui invece, sia di prima casa e sia di seconda casa, dotata di arredi seppur minimi e con le utenze attive, è previsto il pagamento della Tari anche quando l’immobile è disabitato (fatto salvo casi specifici quali ad esempio il mancato svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti, o effettuazione del servizio stesso in grave violazione delle Norme in materia, o nei casi di interruzione del servizio per motivi sindacali o per imprevedibili impedimenti organizzativi).

La casistica degli immobili inagibili

Per tutti gli immobili sprovvisti di collegamenti idrici, elettrici o fognari, segni evidenti dell’inagibilità o inabitabilità degli immobili stessi, il versamento della TARI non è dovuto.

Tutte le fattispecie di riduzioni obbligatorie o esenzioni sono elencate sul sito del Ministero Economia e Finanze.






Le informazioni riportate in questo articolo/blog sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi L’Agenzia Immobiliare Progetto Casa Civitavecchia e la soc. Igroup srl Unipersonale, non rispondono in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. Progetto Casa Civitavecchia e la soc. Igroup srl Unipersonale invitano pertanto gli utenti a consultare direttamente un professionista per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.


426 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page