Image by Dan Gold

Blog

Progettocasa

DOVE TROVARE E COME CALCOLARE LA RENDITA CATASTALE DELLA PROPRIA CASA?

Aggiornamento: 22 giu

Anche in considerazione dell’acconto IMU del 16 Giugno 2022, oltre alle aliquote aggiornate, per calcolare l’imposta da versare il primo dato necessario è la rendita catastale dell'immobile. Vediamo quindi le varie opzioni per reperirla.


VISURA CATASTALE

Per ottenerla si può accedere al sito dell’ Agenzia delle Entrate ed usufruire dei servizi messi a disposizione dall' Ente: VISURA CATASTALE ON-LINE (gratuito per i proprietari) VISURA CATASTALE TELEMATICA (a pagamento per qualunque altro immobile). Oppure si può richiederla recandosi allo sportello Catastale dell’ Agenzia del Territorio di riferimento. La visura catastale online e telematica, possono essere tuttavia scaricate per produrne anche una copia cartacea. Su questo documento sono indicati sia i dati identificativi dell’immobile (foglio - particella - subalterno) con il quale lo stesso è censito nelle Banche Dati dell’ Agenzia del Territorio, sia i dati reddituali (per l’appunto le rendite catastali) di terreni e fabbricati.

I proprietari possono chiederne la consultazione gratuita.


SERVIZO ONLINE DELL' ADE: “CONSULTAZIONE RENDITE CATASTALI”

Con questo servizio online messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, indicando la provincia di ubicazione e gli identificativi catastali dell’immobile (Comune, sezione, foglio, particella, subalterno/i), è possibile conoscere la rendita catastale di qualsiasi immobile o di qualsiasi terreno censito al Catasto Fabbricati o al Catasto Terreni.


ATTO DI ACQUISTO

L’atto di compravendita, salvo eccezioni o casi specifici, nella parte della descrizione dell’immobile e dove sono indicati gli estremi ed i riferimenti catastali, indica anche la rendita catastale.

VALORE CATASTALE ED IMU

Una volta reperita la rendita catastale, la stessa va rivalutata del 5% e successivamente il risultato che ne scaturisce, va moltiplicando per il coefficente relativo alla categoria di appartenenza dell’immobile.

Ad esempio, per fabbricati appartenenti alle categorie catastali A, (tranne per la categoria A/10 - uffici), C/2, C/6 e C/7 (abitazioni e pertinenze), il risultato che scaturisce rivalutando la rendita catastale del 5%, va moltiplicato per 160.

Calcolato il valore catastale (e NON il valore di mercato) dell’immobile, bisogna applicare a detto valore le relative aliquote IMU 2022 e le eventuali detrazioni e/o benefici fiscali.





Le informazioni riportate in questo articolo/blog sono a carattere generico e non possono essere considerate documenti ufficiali, così come non possono in alcun modo sostituire il parere di un professionista. Per gli stessi motivi L’Agenzia Immobiliare Progetto Casa Civitavecchia e la soc. Igroup srl Unipersonale, non rispondono in alcun modo della correttezza di quanto riportato, così come dell’aggiornamento dei contenuti, in quanto argomenti suscettibili di modifiche nel tempo. Progetto Casa Civitavecchia e la soc. Igroup srl Unipersonale invitano pertanto gli utenti a consultare direttamente un professionista per avere informazioni aggiornate, certe e conformi al proprio caso specifico.

11 visualizzazioni0 commenti